Fiorentina-Torino: Formazioni e Pronostico (Serie A 2018-19)

Fiorentina-Torino Formazioni – Dopo la pausa per le nazionali, torna la Serie A. Nella ventinovesima giornata di campionato il Toro farà visita alla Fiorentina. Calcio d’inizio fissato alle ore 15.00 di domenica 31 marzo nella suggestiva cornice dello stadio Artemio Franchi.

Nel precedente turno i viola hanno perso 2-1 a Cagliari, mentre i granata sono stati anch’essi battuti 3-2 dal Bologna fra le mura dell’Olimpico Grande Torino. Il Toro occupa al momento l’ottava posizione, i gigliati li seguono a sette lunghezze di distanza e sono decimi.

PROBABILI FORMAZIONI FIORENTINA-TORINO

Stefano Pioli non potrà contare sullo squalificato Pezzella, il suo posto al centro delle difesa verrà dunque preso da Vitor Hugo. Dalla squalifica torna però Veretout. Chiesa non riuscirà a scendere in campo, dovrebbe essere sostituito da Mirallas.

Due squalificati invece per Walter Mazzarri, Ola Aina e N’Koulou che salvo sorprese dovrebbero essere rimpiazzati rispettivamente da De Silvestri e Moretti. In attacco ballottaggio tra Zaza e Iago Falque, con l’italiano favorito sullo spagnolo.

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Ceccherini, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Gerson; Mirallas, Simeone, Muriel. A disposizione: Terracciano, Brancolini, Laurini, Hancko, Norgaard, Fernandes, Dabo, Montiel, Graiciar, Vlahovic. Allenatore: Walter Mazzarri.

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Djidji, Moretti; De Silvestri, Meite, Rincon, Baselli, Ansaldi; Zaza, Belotti. A disposizione: Ichazo, Rosati, Bremer, Lukic, Berenguer, Parigini, Damascan, Falque. Allenatore: Walter Mazzarri.

PRONOSTICO E QUOTE FIORENTINA-TORINO

La Fiorentina nonostante la peggiore posizione in classifica, visto il fattore campo, parte con i favori del pronostico. La vittoria dei Viola è infatti quotata 2.10, 3.20 il pareggio, 3,80 l’eventuale affermazione di Belotti e compagni. Interessante 1,70 pagato in caso di X2.

Leggi anche: 

Quale sarà il futuro di Kevin Bonifazi? 

Chi saranno le prossime riserve di Salvatore Sirigu?

Come Arrigo Sacchi amo il calcio, e lo sport in generale, perché è la cosa più importante delle cose meno importanti, e come Maurizio Mosca cerco di spargere allegria tra la gente.