Juventus-Torino: la conferenza stampa di Mazzarri pre partita

MAZZARRI JUVENTUS-TORINO – Alla vigilia della partita più importante e sentita della stagione, ha parlato in conferenza stampa l’allenatore del Torino, Walter Mazzarri, che ha presentato così il derby con la Juventus in programma all’Allianz Stadium alle ore 20.30.

Juventus-Torino: le dichiarazioni di mister Mazzarri in conferenza stampa

“C’e grande entusiasmo perché veniamo da una vittoria importante con il Milan e in questi giorni abbiamo lavorato bene. Domani ci attende una partita difficilissima contro la Juventus, una gara di altissimo livello che ci trasmetterà molta adrenalina. Credo che i ragazzi siano maturati molto nell’ultimo periodo, quindi mi aspetto che sappiano gestire meglio certi momenti di euforia. È questo il salto di qualità che voglio vedere domani.

L’anticipo al 3 maggio? Era fondamentale che non si giocasse il 4 maggio. Il 4 maggio è una data che non va toccata. Bene giocare domani, poi sabato pensiamo a questa ricorrenza, una ricorrenza importante non solo per noi del Toro ma per tutta l’Italia.

Domani andiamo ad affrontare la prima in classifica, non dimentichiamocelo. Nel calcio ci sono dei valori, ieri infatti ha vinto il Barcellona perché aveva un fuoriclasse in più. Il nostro destino dipende quasi totalmente da noi, con tutte le squadre di alta classifica ce la siamo sempre giocata alla pari, i ragazzi lo sanno. Abbiamo corretto gli errori commessi con il Milan, errori che non dovremo fare domani perché sono più forti.

Purtroppo noi non siamo una squadra che loro sottovaluteranno – ha aggiunto Mazzarri – perché il derby è sempre il derby. Loro non hanno campioni solo in attacco, ma anche in difesa. Chiellini è un fuoriclasse della difesa e ho sentito che gioca. Chiellini, insieme a Bonucci, è un giocatore che può determinare i risultati, se ci fosse stato contro l’Ajax non so se avrebbero perso 2-1. Siamo convinti anche noi di essere una squadra forte, quando due squadre si affrontano in un certo modo senza può succedere tutto.

Possibile uno 0-0? Non lo posso sapere, è chiaro che per i tifosi sarebbe bello vedere i gol. Io non firmo mai per un pareggio. Poi in generale ci sono degli 0-0 che possono essere considerati delle belle partite, lo spettacolo può essere bello. Ma anche se giochiamo con la prima in classifica, con la squadra che ha vinto vari scudetti di fila io non sottoscriverei mai per un pareggio. Possiamo fare un’impresa.

Nel girone di ritorno sono mancati a turno giocatori importanti e quando li ho sostituiti abbiamo comunque fatto risultato. Questo ha fatto sì che la rosa crescesse, che si innalzasse il valore generale della squadra. È una cosa che mi rende abbastanza tranquillo. Falque non c’era con il Milan ma abbiamo vinto lo stesso, non voglio usare come scusante l’assenza di un giocatore anche perché voglio che tutti si sentano importanti, voglio veder crescere la squadra nel complesso. Iago ha avuto un riacutizzarsi del problema al ginocchio, era inutile portarlo a una partita del genere se non è al 100% e se non puoi mandarlo in campo”.

Belotti? È in forma smagliante, le grandi partite lo esaltano, spero che domani possa fare una grande partita.

Se riesci ad andare nel loro stadio e fare una partita come le altre, – ha concluso il tecnico granata –  poi ci potremmo considerare davvero una squadra importante.”

Leggi anche:

Juventus-Torino: la conferenza stampa di Allegri pre partita

Juventus-Torino: i convocati di Massimiliano Allegri per il Derby della Mole

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.
No comments yet! You be the first to comment.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!