Lazio-Torino non si giocherà, è Ufficiale: quando si recupera?

Ora è ufficiale: Lazio-Torino non si giocherà. Il Sig. Marco Piccinini di Forlì, una volta attesi i canonici 45 minuti successivi all’orario del calcio d’inizio previsto dal calendario di Serie A, ha fischiato tre volte e ha consentito ai tesserati biancocelesti, e agli addetti ai lavori presenti allo “Stadio Olimpico” di Roma, di lasciare l’impianto capitolino.

Il direttore di gara ha così decretato la fine di una partita mai disputata: l’ASL di Torino ha bloccato la partenza del Toro verso la capitale, a causa del focolaio Covid (con variante inglese) scoppiato all’interno del gruppo squadra granata. Nel primo pomeriggio odierno, la Lega Calcio ha scelto di non rinviare la sfida a data da destinarsi, passando la palla al giudice sportivo, che dovrebbe esprimersi ufficialmente nella mattinata di venerdì.

Essendo una situazione differente rispetto al caso Juve-Napoli, non è escluso che lo stesso giudice sportivo disponga il rinvio a data da destinarsi dell’incontro per “forza maggiore” (disposizione dell’ASL di Torino arrivata con largo anticipo, ndr), anziché assegnare la vittoria per 3-0 a tavolino alla Lazio e il -1 in classifica al Torino. Tale decisione, eventualmente, permetterebbe alla Serie A di recuperare la partita dell’Olimpico nella prima data utile (7 aprile, ndr), senza aspettare i tre gradi di giudizio come in occasione di Juve-Napoli.

Leggi anche:

Lazio-Torino, DS Tare: “Abbiamo rispettato il protocollo, conta solo questo”

Cairo furioso dopo la “non decisione” della Lega su Lazio-Torino

Lazio-Torino, Dal Pino: “Per noi la partita si deve giocare”

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, ama, segue e pratica lo sport più bello del mondo.