Moggi: “Nel derby c’era un rigore per il Toro. Esiste la sudditanza psicologica”

Moggi sudditanza psicologica – Luciano Moggi, ex dirigente della Juventus con un passato anche nella società granata, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio CRC, riguardo all’ultimo Derby della Mole.

“Nella stracittadina c’era un calcio rigore per il Toro, non c’è dubbio su questo. Io non sono mai stato contrario al VAR, ma come ho sempre detto è una macchina maneggiata dall’uomo e quindi è soggettiva. Non è pertanto una cosa attendibile perché ci sono due arbitri uno in campo e uno alla moviola. Dirigono quindi in maniera differente ed è assurdo pretendere uniformità di giudizio”.

Moggi ha poi commentato anche le parole di Urbano Cairo dopo la sfida tra Torino e Juventus. Il presidente del Torino aveva parlato dell’esistenza della sudditanza psicologica quando una grande squadra gioca conto una più piccola.

“Vero, la sudditanza psicologica esiste ed è sempre esistita. In alcune particolari situazioni viene da pensare alla sudditanza psicologica, perché non si può pensare diversamente. La sudditanza nei miei confronti? Io posso dire di essere uno che ha sempre lavorato e ha raggiunto dei risultati”.

(Fonte foto: Marca)

Leggi anche: 

Besiktas in crisi economica, Adem Ljajic può tornare al Torino? 

Calciomercato Genoa, chiesto il prestito di Antonio Barreca al Monaco

Come Arrigo Sacchi amo il calcio, e lo sport in generale, perché è la cosa più importante delle cose meno importanti, e come Maurizio Mosca cerco di spargere allegria tra la gente.