Torino-Cagliari 1-1, Presidente Cairo: “Subita un’ingiustizia”

Nel post partita di Torino-Cagliari, è apparso letteralmente furioso il presidente granata Urbano Cairo, innervosito dalle decisioni del direttore di gara e dal risultato finale maturato allo Stadio Olimpico Grande Torino.

“Trovo l’arbitraggio del direttore di gara piuttosto ingiusto, non equilibrato. – ha tuonato Cairo – Se si espelle un giocatore per un’imprecazione, allora si giocherebbero tutte le partite in dieci uomini. Resti in dieci per forza se applichi questa regola lungo tutto l’arco dei 90 minuti. Barella ha fatto la stessa cosa, ma non è stato espulso.

Il rigore? Al VAR vanno soltanto per penalizzare noi. Mazzarri? Bisogna lottare sempre fino all’ultimo secondo. Le cose si cambiano sul campo, senza mollare di un millimetro. Devi essere anche più combattivo e determinato. 

Non dico che vogliano far andare il Milan in Champions League, ma ti viene da pensare se confronti le partite di ieri e di oggi. Non è possibile vedere l’espulsione di oggi di Zaza, è inaccettabile. Il rigore di Izzo, poi, neanche rivisto. Ne vedo dati per molto meno, mi sembra assurdo. 

Il gol di Pavoletti? L’arbitro mi sembra avesse fischiato prima, invalidando così il ricorso al VAR come successo in Udinese-Torino o a Bologna l’anno scorso. Va verificato, è chiaro, ma se l’arbitro fischia non può essere fatto ricorso al VAR.

Al di là di tutto, però, non va alzata bandiera bianca, non dobbiamo mollare. Ma oggi è stata fatta un’ingiustizia.”

Leggi anche:

Torino-Cagliari 1-1: la conferenza stampa di Maran post partita

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, ama, segue e pratica lo sport più bello del mondo.