Torino, Kamil Glik a La Gazzetta dello Sport: “Mi manca la Curva Maratona”

Kamil Glik intervistato dalla Gazzetta dello Sport. Il difensore polacco, ex capitano del Torino, non è mai stato dimenticato dai tifosi granata. Così come lui non può non portare con sé l’esperienza in granata.

Queste le sue dichiarazioni: “Quando posso seguo le partite del Torino. È il club al quale sono più legato e sono felice dei progressi degli ultimi anni. Sono un grande tifoso del Toro. I miei primi ricordi? Percepivo una grande voglia di tornare subito in Serie A. È stato così. Siamo stati promossi, ci siamo salvati, siamo andati in Europa League. Facemmo anche una splendida figura oltre il confine italiano. Anche grazie al lavoro fatto in quegli anni il Toro ora è una grande società”.

Glik ha poi proseguito: “Sono orgoglioso di ciò che ho fatto con il Torino. Lì ho ancora tanti amici. Mi sento a casa e quando posso torno in città. Cosa mi manca? La maglia granata è speciale, ti rimane addosso. Mi manca la Maratona, qui a Montecarlo ci sono pochi abitanti e pochi spettatori rispetto a Torino. Anche i tifosi del Monaco sanno come incitarci, ma la Curva del Toro resta speciale”.

Sui difensori del Torino: “Izzo e N’Koulou sono molto bravi”.

Leggi anche:

Calciomercato Torino, Boyé ceduto in prestito al Reading

No comments yet! You be the first to comment.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!