Torino-Parma: la conferenza stampa di Longo pre partita

Torino-Parma – Moreno Longo è interevenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida di campionato fra Torino e Parma. Di seguito le dichiarazioni del mister granata.

Il Comunicato del Torino FC

Vigilia di Torino-Parma allo stadio Olimpico Grande Torino. Ecco le parole del tecnico Moreno Longo in conferenza stampa: “Il Parma si è evoluto molto, è una squadra che non fa solo ripartenze. Tempo fa l’ho definita la squadra più logica e funzionale del campionato, sa esattamente cosa fare quando ha il pallone fra i piedi. Dovremo fare attenzione su tutti i fronti”.

Sui granata:

“Gli aspetti su cui si denotano dei miglioramenti sono quelli della compattezza e dello spirito della squadra. C’è bisogno di coesione dentro al campo: questa deve essere la nostra base su cui poi implementare i ragionamenti tecnico-tattici. Domani mi piacerebbe che alzassimo l’indice di pericolosità rispetto alla gara di San Siro. Dobbiamo creare più pericoli negli ultimi 20-25 metri, pur mantenendo i nostri equilibri.”

Sul supporto dei tifosi:

“So quanto può essere importante per noi e per i calciatori il supporti dei nostri tifosi. Se dovessi chiedergli qualcosa mi piacerebbe che ci aiutassero dal primo minuto fino al 90’, poi si possono esprimere i propri pensieri.

Sui singoli:

“Zaza? Sta migliorando giorno dopo giorno, ci auguriamo di averlo al meglio al più presto. Abbiamo bisogno della rosa al completo per poter avere quante più scelte possibili.

Baselli? È molto importante per questa squadra. Ha caratteristiche diverse rispetto agli altri giocatori del nostro centrocampo, è uno che alza il livello tecnico. Detto ciò, arriva da un lungo infortunio, è difficile che possa giocare dal primo minuto domani”.

Leggi anche: 

Foto – Striscioni contro il presidente Cairo in due luoghi storici di Torino

Come Arrigo Sacchi amo il calcio, e lo sport in generale, perché è la cosa più importante delle cose meno importanti, e come Maurizio Mosca cerco di spargere allegria tra la gente.