Torino salvo, Presidente Cairo: “Qualcosa non ha funzionato, ora ci godiamo la serata”

Nel post partita di Lazio-Torino, il Presidente Urbano Cairo ha commentato così la salvezza raggiunta questa sera dalla squadra allenata da Davide Nicola.

Le dichiarazioni di Urbano Cairo nel post partita di Lazio-Torino 0-0

Qui di seguito tutte le dichiarazioni del patron Cairo: “È stato un secondo tempo molto importante, la squadra era un po’ spaventata, un po’ sulle gambe, chiaramente abbiamo subito. Abbiamo avuto quell’occasione con il palo di Sanabria, poi abbiamo subito la Lazio. Quel palo poteva cambiarci la partita, ma è giusto che la Lazio abbia dato tutto e abbia dato il massimo, al di là del fatto che Simone sia il fratello di Pippo. La Lazio è una squadra importante, è una squadra forte.

Sapevamo che per noi era molto importante questo punto: è stata una stagione molto particolare per noi, perché siamo partiti molto male, poi ci siamo ripresi e poi abbiamo avuto un brutto momento con il Covid. Questo ci ha comportato una serie di problematiche, prima di riprenderci nuovamente, per poi soffrire in questo finale. Con il Milan, forse, i ragazzi erano un po’ sovraccarichi a livello fisico. Dopo lo 0-2 del primo tempo, i ragazzi hanno provato a ribaltarla come con l’Atalanta, ma si sono esposti ai contropiedi di una squadra importante come il Milan. Quella sera e la mattina dopo ho passato tutto il tempo a rincuorare i giocatori, che poi a La Spezia avevano ancora delle scorie di quel pesante 0-7.

Come migliorare? Non dimentichiamo che due anni fa eravamo settimi davanti alla Lazio e facemmo un grande campionato. Poi, facemmo un discreto girone d’andata e poi ci fu quella brutta partita con l’Atalanta in casa, un’altra ancora più brutta con il Lecce, poi è arrivato il Covid e ci sono state delle difficoltà. Evidentemente, quest’anno, qualcosa non ha funzionato e dobbiamo lavorare bene con Vagnati per evitare che si ripetano gli stessi errori compiuti quest’anno. Abbiamo fatto comunque un buon girone di ritorno con Nicola, facendo un bel recupero con 22 punti conquistati. I momenti di difficoltà ci sono e ci saranno sempre, ma è evidente che gli ultimi due anni mi hanno fatto soffrire un po’ troppo e non va bene.

Ho tenuto tutti e ho fatto anche investimenti importanti, con giocatori che hanno reso meno rispetto a quanto sperato anche a causa del Covid. Abbiamo sofferto sicuramente anche la mancanza di pubblico, ma adesso dobbiamo riflettere bene per fare le cose giuste, le cose che vanno fatte per noi tutti e per noi tifosi. Dobbiamo riprendere il nostro cammino e tornare a fare quello a cui eravamo abituati.

Il futuro di Belotti? Ora ha l’Europeo, ha un altro anno di contratto e appena finirà con la Nazionale lo incontrerà per capire in primis lui cosa vuole fare. Rinnovo Nicola? Ci incontreremo a breve per fare dei ragionamenti, sicuramente. Ora fateci godere questa serata, perché abbiamo ottenuto un risultato che non era facile raggiungere, nonostante fossimo partiti con altre ambizioni. Nel calcio ci sono queste annate storte. A volte diventa più difficile quando hai una squadra abituata ad altro e arrivi a partite così, dove non tutti sono mentalizzati a un certo tipo di gare.”

Leggi anche:

Lazio-Torino 0-0, Sirigu: “Annata travagliata. Stimo Giampaolo, ma non eravamo pronti”

Voti Lazio-Torino 0-0: Le Pagelle dei Granata (Serie A 2020-21)

Verso Lazio-Torino: Nicola piazza il pullman davanti alla porta

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, ama, segue e pratica lo sport più bello del mondo.