Torino-Sampdoria, la conferenza stampa di Longo pre partita (Serie A 2019-20)

Torino-Sampdoria – Moreno Longo, nuovo tecnico del Torino, è intervenuto in conferneza stampa alla vigilia della sfida contro la Sampdoria.

Il Comunicato Ufficiale del Torino FC

“Domani ci attende una squadra che da quando lavora con Ranieri ha trovato la propria identità, con ottime individualità. Sono bravi a tenere il campo e noi dovremo essere attenti a gestire momenti della partita dove dovremo fare la gara, ed altri dove dovremo difenderci con ordine.

Già da domani mi aspetto la mentalità da Toro, con una squadra che faccia la partita per gran parte del match.

Sono stati giorni molto particolari per me, ma anche per tutta la piazza, giocatori compresi, perchè si è percepito l’entusiasmo che c’è intorno a noi. Detto ciò, non dobbiamo perdere la lucidità di capire che domani si va in campo e occorre pensare solo alle cose concrete, ovvero offrire una prestazione all’altezza.

Per domani mi aspetto uno stadio caldo, ma non ho dubbi che sarebbe stato così perchè conosco i tifosi del Toro. Inoltre grazie alle promozioni sui biglietti proposte dalla Società per le famiglie sono stati già venduti molti tagliandi.

Quattro giorni di allenamento sono pochi, ma ho la sensazione che su questa squadra si possa lavorare molto bene. Ho visto negli occhi dei calciatori la voglia di invertire la rotta. Ma ora bisogna passare dalle parole ai fatti.

Ansaldi è rientrato in gruppo, ha svolto un paio di allenamenti ma la sua condizione è ancora precaria. Vedremo come gestirlo per metterlo nella migliore condizione possibile per recuperare.

Zaza e Baselli sono ancora out, mentre Rincon è pienamente recuperato.

Mi ricordo quando a 10 anni entrai al Filadelfia per un provino sul campo secondario: per questo, è stato bellissimo vedere l’emozione dei miei genitori assistere al Fila al mio primo allenamento a porte aperte.

Asta? Ci lega un rapporto particolare e una condivisione di idee e metodologie. Sono molto felice che faccia parte fondamentale del mio staff.

Infine, vorrei ringraziare tutti per i messaggi di auguri e “in bocca al lupo”: mi scuso se non sono riuscito a rispondere ad ogni messaggio e lo faccio ora, sperando di poter ricambiare gli auguri”.

(Fonte foto: Gente Comune)

Leggi anche:

Cairo: “I tifosi mi chiedono di vendere? Il dissenso è uno stimolo”

Come Arrigo Sacchi amo il calcio, e lo sport in generale, perché è la cosa più importante delle cose meno importanti, e come Maurizio Mosca cerco di spargere allegria tra la gente.